Contattaci >

Corso WordPress SEO

Il corso WordPress SEO è rivolto in particolare a chi, pur non avendo specifiche conoscenze informatiche, vuole imparare le strategie per migliorare il posizionamento degli articoli del proprio blog/sito sui motori di ricerca e apprendere i principali metodi per monetizzare i propri contenuti.

È pensato come ulteriore modulo (progressivo, ma indipendente) del corso WordPress base di Primopiano.

Durante il corso si procederà passo passo per capire in maniera pratica come ottimizzare gli articoli e il proprio blog o sito in ottica SEO con strategie subito applicabili e strumenti gratuiti installabili su WordPress.

Obiettivi del corso WordPress SEO

Impostare correttamente gli strumenti che offre WordPress per lanciare nel web il proprio sito o blog e iniziare a pensare al proprio progetto in ottica imprenditoriale.

Ottimizzare gli articoli per i motori di ricerca, leggere i dati di visualizzazione, porsi come voce autorevole nel web a partire da contenuti e trovare collaborazioni, sfruttare i programmi di monetizzazione come Google ADS.

Cosa differenzia questo corso dagli altri corsi SEO?

Così come il modulo base, anche questo corso WordPress andrà nel concreto e mostrerà ai partecipanti come migliorare il proprio sito.

Non soltanto una panoramica su "cos'è la SEO", ma come utilizzare in pratica alcuni strumenti che permetteranno al nostro blog o sito di decollare.

L'approccio, accessibile a tutti, darà informazioni specifiche e tecniche su come fare SEO e come monetizzare i propri progetti online, fornendo consigli e strategie subito applicabili, basate sull'esperienza decennale del docente, con la consapevolezza che ogni progetto è a sé e che solo un lavoro meticoloso sulla qualità dei contenuti può portare risultati tangibili.

Non si tratta quindi di imparare "trucchi" o scorciatoie, ma di conoscere gli strumenti migliori e le strategie SEO più aggiornate per migliorare il posizionamento dei contenuti pubblicati online e sapere le vie con cui questi possono diventare fonte di reddito.

È un corso SEO adatto anche a chi non ha WordPress?

Le strategie di SEO e monetizzazione che verranno spiegate durate il corso sono applicabili a tutti i siti web realizzati con qualunque CMS (Joomla, Drupal ecc.).

Tuttavia si tratterà nello specifico la SEO per WordPress perché la dimostrazione pratica verrà fatta in questa piattaforma open source anche con l'installazione di plugin che si trovano nel repository di questo ambiente editoriale.

Argomenti del corso WordPress SEO

Parte SEO e ottimizzazione contenuti

  • Fare SEO nel 2020, Google Bert e il semantic web
  • SEO on site e off site (impostazione categorie, pillar post, link interni ed esterni)
  • SEO e WordPress (come funziona il plugin Yoast SEO e come impostarlo)
  • Sfruttare l'editor Gutenberg per la SEO
  • Altri plugin utili (controllare link rotti, fare redirect 301)
  • Come installare, leggere e sfruttare Google Search Console per la SEO
  • Come installare, leggere e utilizzare Google Analytics per la SEO
  • Migliorare la User Experience grazie a Hotjar
  • Velocizzare il proprio sito (strumenti di caching, ottimizzazione immagini e database)
  • Rendere sicuro il proprio sito da attacchi hacker e strumenti di backup

Parte monetizzazione

  • Monetizzazione diretta e indiretta del proprio progetto online
  • Dalla SEO alla community
  • Come collegare blog/sito e sistema di newsletter
  • Strategie di lead generation (generazione di una lista di possibili clienti interessati ai nostri prodotti o servizi)
  • Come installare programmi pubblicitari per WordPress (Google ADS)
  • Guadagnare con le affiliazioni: i principali network
  • Vendere su WordPress con WooCommerce

DOCENTE
Filippo Tramelli, giornalista e digital strategist

8 crediti per i giornalisti attraverso la piattaforma Sigef

 

Dicono del corso WordPress SEO

corso wordpress Seo Milano e Roma
Corso WordPress Seo a Milano e Roma

CONTENUTI DEL CORSO PERSONAL BRANDING

In un settore come quello delle professioni, con un sovraffollamento di servizi - spesso al ribasso - di offerte fuori mercato e di nuovi concorrenti è necessario differenziarsi.

Questo vale per singoli professionisti che devono comprendere le dinamiche di costruzione e potenziamento del proprio carisma, ma anche per studi associati, agenzie o aziende.

L'aumento della concorrenza diretta, ma anche la difficoltà nel far percepire al pubblico la propria professionalità in un mondo dove tutti si mostrano come i migliori, rende difficile far crescere il proprio business e trovare nuovi clienti o collaborazioni.

Per questo il corso Personal branding e digital reputation di Primopiano affronta i principali temi legati alla presenza online di ogni professionista (giornalista, avvocato, architetto, commercialista, notaio ecc.) per farsi trovare in maniera efficace da potenziali clienti/committenti grazie al web.

Durante il corso verranno esaminate nella pratica tante strategie di contenuti e comunicazione digitale per:

  • gestire al meglio il proprio posizionamento
  • costruire un network professionale profittevole
  • migliorare il proprio business

Come fare marketing di se stessi attirando nuove opportunità professionali? Quali strumenti digitali usare per raggiungere il proprio target di clienti/committenti? Come comunicare in maniera efficace le proprie competenze? Come distinguersi dalla concorrenza?

Sono domande alle quali il corso personal branding e digital reputation per professionisti darà risposta in modo concreto, strategico e interattivo.

Argomenti

  • Personal branding: come valorizzare il proprio brand professionale
  • Posizionamento: come differenziarsi dai competitor
  • Mission e vision: come far emergere che cosa si fa e come
  • Come usare il business model canva e la matrice SWOT per se stessi
  • Comunicazione online (sito, social media, newsletter)
  • Migliorare la reputazione digitale: comunicare per promuoversi online
  • Personal storytelling: come raccontare la propria storia in modo efficace grazie a un “elevator pitch”
  • Monitoring: gli strumenti per valutare e controllare la propria reputazione digitale
  • Egosurfing: cercare se stessi online e capire come intervenire
  • Rispondere alle critiche online e alle recensioni negative
  • 4 strumenti per il networking online
  • Casi di successo: 7 esempi di personal branding
  • 7 strumenti per monitorare la propria reputazione online

Il corso prevede diverse esercitazioni per mettere subito in pratica quanto appreso

Obiettivi

  • promuovere efficacemente le proprie competenze per trovare nuove collaborazioni
  • costruire un brand personale e posizionarsi nel mercato di riferimento in maniera strategica
  • imparare l'arte del personal branding e le tecniche di digital reputation per distinguersi dai competitor e farsi notare

DOCENTE
Gianluigi Bonanomi, formatore sulla comunicazione digitale

8 crediti formativi per i giornalisti iscrivendosi anche sulla piattaforma Sigef (sezione verde "Corsi Enti Terzi")

Al termine del corso verrà inviato il materiale didattico, il workbook e l'attestato di partecipazione.

CONTENUTI DEL CORSO

Oggi il confine tra giornalismo, informazione e pubblicità non è sempre chiaro.

Da un lato il giornalista non può fare pubblicità.

Dall'altro gli uffici stampa e le aziende si affidano sempre di più agli influencer per diffondere i comunicati stampa e i contenuti dei loro clienti.

Durante il corso branded content e influencer marketing verranno esaminati questi due recenti fenomeni e fatta chiarezza in materia con un duplice focus:

1) come un giornalista può lavorare in maniera deontologicamente corretta
2) come un ufficio comunicazione può collaborare con gli influencer a livello legale per non incorrere in sanzioni di AgCom e IAP (Istituto autodisciplina pubblicitaria)

Corso Influencer marketing e branded content: argomenti

  • come le aziende utilizzano influencer e testimonial per la loro comunicazione (best & bad practice)
  • aspetti legali dei concorsi a premi, contest e branded content
  • gli aspetti principali della legge sul diritto d'autore e della normativa sulla privacy

Il corso affronterà anche alcuni aspetti legati alla Digital Chart pubblicata dallo IAP e darà le linee guida per muoversi in sicurezza in questo delicatissimo settore in continua evoluzione.

Al termine del corso verranno inviate le slide e l'attestato di partecipazione.

4 crediti formativi di deontologia per i giornalisti iscrivendosi anche sulla piattaforma Sigef (sezione verde "Corsi Enti Terzi")

corso branded content e influencer marketing
Corso Influencer marketing e Branded content

Docente del corso

marisa marraffino new

Marisa Marraffino è avvocato penalista e giornalista pubblicista e collabora con la sezione legale del Sole24Ore. Dal 2013 è membro del Comitato di Controllo dell’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria (IAP).

Ha un dottorato di ricerca in diritto e procedura penale e una specializzazione in diritto delle telecomunicazioni, conseguiti all'Università di Firenze.

Ha lavorato anche alla Corte di Giustizia Europea del Lussemburgo e attualmente nel proprio studio legale a Milano. Si è occupata di cyber crime e delle prime querele legate all'utilizzo dei social network, nonché dei primi casi giudiziari legati alla tutela della proprietà intellettuale su Twitter e Facebook.

Tiene lezioni al Master in Comunicazione, marketing digitale e pubblicità interattiva dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e di 24ORE Business School.

Nel 2015 ha pubblicato l’ebook “Social Media e Diritto”.

Nel 2018 ha pubblicato il libro “Il bullismo spiegato a genitori e insegnanti. 10 modi per conoscerlo e affrontarlo”.

Dicono del corso

Nella progettazione o rifacimento di un sito web aziendale una delle parti più importanti da progettare con cura è la pagina "Chi siamo" che insieme alla home page è una delle sezioni più viste di ogni sito.

Il rischio di inserire frasi fatte o luoghi comuni è sempre dietro l'angolo.

La "frase fatta", quella che sembra andare bene per tutte le stagioni, è molto facile da usare ma porta al lettore/utente una comunicazione vuota e stereotipata che può danneggiare l'immagine dell'azienda o del personal brand (nel caso in cui tu stia facendo il tuo sito personale).

In questo video, Gianluigi Bonanomi, docente di Primopiano e del corso Digital Corporate Storytelling, spiega cosa è meglio evitare di scrivere per non dare una cattiva impressione di sé e allontanare potenziali clienti.

Le frasi fatte da non scrivere nella pagina Chi siamo

  1. Leader di settore
  2. Realtà giovane e dinamica
  3. Tradizione e innovazione
  4. Cliente al centro
  5. Il miglior rapporto qualità-prezzo
  6. Le tecnologie più avanzate
  7. Attenzione al mercato

La pagina Chi siamo è molto importante perché è da questa che i lettori/clienti si potranno fare un'opinione su di te e quindi decidere se contattarti, affidarsi ai tuoi servizi o comprare i tuoi prodotti.

Dev'essere quindi il più possibile personale ed efficace e mai banale.

Se ad esempio, sostituendo solo i nomi del brand e dei prodotti la tua pagina Chi siamo può essere usata senza modifiche anche per i siti di altre aziende, allora forse c'è qualcosa da rivedere…

Nel corso Digital Corporate Storytelling di Primopiano in diretta streaming (con registrazione) vedremo tantissime strategie per raccontare in maniera efficace l'attività, i prodotti e i servizi di ogni azienda, brand o personal brand.

CONTENUTI DEL CORSO TIK TOK

Partito come social per giovanissimi dove condividere video musicali (Musical.ly) Tik Tok ora è una delle piattaforme con crescite da record.

È l'app più scaricata nel 2019 e nel 2020 ha avuto un boom (non solo tra i teenager) superando i 40 milioni di utenti attivi al giorno.

La sua crescita ha portato molti brand e aziende in tutto il mondo a interessarsi a questo social per la propria comunicazione e il proprio business.

Proprio come Instagram infatti, Tik Tok si sta trasformando in una piattaforma molto evoluta, capace di ospitare tanti tipi di contenuti per il proprio marketing strategico verso un target che si sta rapidamente espandendo ed evolvendo.

In pochi mesi tantissime persone di tutte le età hanno aperto il proprio account. Anche personaggi dello spettacolo e della musica lo usano quasi quotidianamente pubblicando video.

E adesso anche le aziende e i brand lo stanno presidiando (non sempre in maniera ottimale).

Come tutte le piattaforme in espansione, Tik Tok non è ancora governato dalla stretta degli algoritmi come Facebook o Instagram e va conosciuto e utilizzata proprio in questa fase di crescita, per avere un vantaggio competitivo sui propri concorrenti.

Tik Tok è un'app che dà molta libertà sia nella creazione che nella condivisione di contenuti e riuscire a posizionarsi come brand o personal brand prima degli altri è importante per trovare la giusta visibilità.

«L’unico social network veramente godibile al mondo» New York Times

Nel corso Tik Tok per aziende, brand e professionisti vedremo le migliori strategie per l'utilizzo professionale di questa app a 360° in diversi settori per la comunicazione e il marketing.

Corso Tik Tok, argomenti

  • Tik Tok, solo una moda o un social su cui investire?
  • Che cos'è davvero Tik Tok e perché funziona
  • Come si usa nella pratica
  • Impostazioni feed e funzioni indispensabili per creare video efficaci
  • I trend su Tik Tok
  • Aziende su Tik Tok, come e perché
  • Caratteristiche dell’audience e come raggiungerla
  • Content & marketing strategy
  • Best practice (cosa pubblicare, timing, musica, effetti, hashtag)
  • Tik Tok ADV (costi, obiettivi, budget)
  • Tipologie di ADV e quali convertono meglio
  • Tik Tok ADV
  • Tik Tok Analytics
  • Trova i giusti creators, il Tik Tok Creator Marketplace
  • App per il video editing da mobile
  • Parte pratica: creiamo un video con timer, effetti, musica e testo

DOCENTE
Filippo Tramelli, giornalista e digital strategist

A CHI SI RIVOLGE?

  • Alle aziende e brand che vogliono raggiungere un pubblico diverso
  • Ai comunicatori che cercano nuove strategie
  • Agli editori che vogliono interessare i lettori di domani
  • Agli influencer che hanno bisogno di aumentare la propria audience

CARATTERISTICHE DEL CORSO

  • 100% online: decidi come, dove e quando studiare
  • Videolezioni pratiche on demand disponibili per sempre
  • Slide e materiale didattico scaricabile
  • Attestato di partecipazione
corso tiktok per aziende brand e media a milano

CONTENUTI DEL CORSO

L'intelligenza artificiale sta cambiando sempre di più le nostre vite, nel bene e nel male.

Il machine learning, la capacità di apprendimento automatico delle macchine e degli algoritmi, è già una realtà in tanti settori, tra cui quello del giornalismo e della produzione di contenuti.

Chi non vuole essere sostituito dalle macchine deve avere dimestichezza con gli algoritmi, conoscere device e app per migliorare e velocizzare il processo di produzione, automatizzando a sua volta alcuni processi.

L'intelligenza artificiale può e deve essere utilizzata a nostro vantaggio per:

  • automatizzare azioni ripetitive, lasciando spazio e tempo al valore che solo un umano può dare
  • utilizzare strumenti che consentano di potenziare i propri contenuti

Durante il corso AI journalism verranno esaminati nella pratica alcuni strumenti digitali, sia su desktop che su mobile, che sfruttano l'intelligenza artificiale per migliorare il lavoro di giornalisti, content editor e di tutte le figure professionali che si occupano di produzione contenuti.

OBIETTIVI DEL CORSO

  • Conoscere le ultime frontiere della produzione di contenuti digitali
  • Imparare a utilizzare device e app per migliorare la produttività e ottimizzare il flusso di lavoro
  • Usare l'intelligenza artificiale per risparmiare tempo e fatica automatizzando azioni senza valore "umano" aggiunto

 

Corso Giornalismo e Intelligenza artificiale, argomenti

  • Introduzione
    - le nuove frontiere dell'intelligenza artificiale nella creazione di news e contenuti
  • Speech to text
    - come trascrivere in tempo reale un'intervista video o audio su computer e smartphone
    - come creare sottotitoli video in maniera automatica
  • Text to speech
    - far leggere le notizie attraverso assistenti vocali (dalle app agli assistenti personali intelligenti come Alexa o Google Home)
  • Image recognition
    - strumenti per l'archiviazione e il riconoscimento di un’immagine attraverso i tag in essa contenuti
    - tradurre un qualunque testo scritto in tempo reale
    - identificare oggetti facendoli riconoscere dal proprio smartphone
  • Image editing
    - migliorare foto e video con app su mobile
    - creare un video in pochi click partendo da un testo
    - rimuovere lo sfondo di un'immagine senza usare Photoshop
    - tool gratuiti per registrazione/estrazione/conversione di video
  • Migliorare il flusso di lavoro
    - uso del cloud e di piattaforme collaborative
    - tool gratuiti per gestire il proprio archivio
    - app per l'ottimizzazione del piano editoriale

Il corso mostrerà nella pratica diversi strumenti gratuiti e freemium che possono migliorare concretamente lavoro e qualità della vita automatizzando e velocizzando diversi processi grazie all'intelligenza artificiale.

DOCENTE
Filippo Tramelli, giornalista e digital strategist

Al termine del corso verrà inviato ai partecipanti la registrazione visibile per sempre, il materiale didattico e rilasciato l’attestato di partecipazione.

 

"Si aprono nuovi mondi"... Dicono del corso AI Journalism

recensione corso AI journalism
corso giornalismo e intelligenza artificiale
Corso giornalismo e intelligenza artificiale

Il corso Influencer marketing è rivolto a professionisti e aziende che vogliono attivare iniziative efficaci di marketing tramite gli influencer.

Il corso ti darà tutte le competenze per districarti nel mondo dell'influencer marketing, per selezionare i migliori influencer e per valutare i risultati di una campagna.

Durante la giornata in aula sfateremo alcuni miti e chiariremo i più comuni e diffusi dubbi che riguardano queste figure professionali.

Ti daremo nuove competenze sui regolamenti che riguardano questo tipo di attività di marketing per poter creare progetti validi, profittevoli ed efficaci.

Attraverso casi pratici e case studies di successo, vedremo come è possibile lavorare con gli influencer per fare marketing, come misurarne l'efficacia e quali tipi di contratti stipulare.

Affronteremo diverse strategie per creare iniziative di comunicazione che possano avere un reale e misurabile ritorno sull'investimento.

Argomenti del corso influencer marketing

  • Le categorie di influencer
  • Le community
  • Quali metriche monitorare
  • Obiettivi dell'influencer marketing
  • Scegliere gli influencer in base alle finalità aziendali
  • Lo stato dell'influencer marketing in Italia
  • Come identificare e scegliere un influencer
  • Media kit e statistiche di business: come leggerle e valutarle
  • Tutela contrattuale tra brand e influencer
  • Le possibili KPI
  • UGC/EGC
  • Il "caso" Apple
  • I migliori tool per selezionare gli influencer
  • Case studies di successo (nei settori hotellerie, food e turismo)
  • Influencer marketing ai tempi del Covid-19

QUANDO
Giovedì 15 ottobre 2020, dalle 10 alle 17


DOVE
Primopiano
, via Rabolini 13 20125 Milano (M5 Fermata Ca' Granda). (Dove siamo)

DOCENTE
Francesco Mattucci

COSTO197 euro + IVA. EARLY BOOKING a 127 euro + IVA versando la quota di iscrizione entro il 10.9.2020

Corso Influencer marketing Primopiano
Corso Influencer marketing

Arriva a Primopiano il primo corso di copywriting persuasivo e neuromarketing applicato alla creazione di contenuti sui social media.

Una giornata di formazione pratica per imparare a creare titoli efficaci e contenuti che riescano ad accompagnare il lettore all'interno di un processo decisionale.

Che cos'è il neuromarketing?

Il neuromarketing applica le conoscenze neuroscientifiche al marketing per capire i processi irrazionali in atto nella mente delle persone che le portano a decisioni di acquisto basate più impulsi emotivi che su scelte consapevoli e razionali.

Il corso di copywriting persuasivo ti farà conoscere queste dinamiche "nascoste" e ti darà gli strumenti necessari una comunicazione sempre più efficace ed etica, perché fondata su un sistema di valori.

La giornata prevede tanti esempi ed esercizi pratici per la creazione di contenuti diversi che possano parlare alla parte emotiva e razionale della persona grazie al metodo O.P.E.R.A. (ideato dal docente).

Argomenti del corso Copywriting persuasivo

Il 95% delle nostre decisioni e motivazioni d'acquisto è di natura emotiva, non razionale.

Del resto il nostro cervello riceve dal corpo milioni di stimoli al secondo, ma ne processa a livello conscio "solo" poche decine.

Come fare ad attirare l'attenzione, anche inconscia, di un utente che scorre velocemente una bacheca di Facebook, Instagram e LinkedIn?

Come riuscire a far fermare il lettore portandolo allo "stop the scroll"?

La neuroscienze applicate al marketing negli ultimi anni hanno fatto molti passi avanti studiando come le persone guardano, pensano e scelgono.

Per applicare questi studi alla creazione dei contenuti social si può usare il metodo O.P.E.R.A. (Obiettivo-Problema-Emozionale-Razionale-Azione), ideato dal docente.

Il corso copywriting persuasivo e neuromarketing, dopo una breve parte teorica, passerà alla pratica per insegnare in maniera concreta e subito applicabile la cosiddetta "persuasione ascendente" per produrre contenuti che sappiano coinvolgere il lettore nella sua dimensione sia emotiva che razionale.

Obiettivi del corso

  • conoscere e padroneggiare le recenti tecniche di neuromarketing
  • imparare e mettere in pratica il metodo O.P.E.R.A.
  • stimolare le emozioni dei lettori
  • prevedere e gestire emozioni e azioni dei lettori sui social
  • accompagnare le persone all'azione

QUANDO
Data da definire. Se ti interessa questo corso scrivici a corsi@primopiano.it

DOCENTE
Gianluigi Bonanomi, giornalista hi-tech e formatore

Al termine del corso verrà inviato ai partecipanti il materiale didattico, la registrazione visibile per sempre e l’attestato di partecipazione.

Corso copywriting persuasivo e neuromarketing
Corso copywriting persuasivo e neuromarketing

Ottimizzazione massima del tempo con numerosi esempi pratici, relatori giovanissimi, competenti, intraprendenti e coinvolgenti, atmosfera sempre piacevole sia in aula che in streaming... Al termine dei corsi Primo Piano mi sento sempre travolta da nuovi stimoli, arricchita di nuove conoscenze e contenta del piccolo investimento fatto. (Silvia Saitta, Ufficio stampa e PR)

Sagida Syed, docente di lingua inglese e giornalista, ha vissuto a Londra per vent'anni. Ha diretto il mensile L'Italiano e nel 2005 ha fondato e codiretto il quotidiano L'Italiano Daily, distribuito nella capitale inglese.

E' corrispondente per testate inglesi e italiane. Ha collaborato con la BBC e il Sun. E' stata speaker di Spectrum Radio International fino al 2007 e ha insegnato giornalismo alla European School of Economics.

CONTENUTI DEL CORSO

Il workshop si pone l'obiettivo di fornire ai partecipanti gli strumenti per realizzare un'inchiesta data-driven, seguendo le fasi del processo di raccolta, analisi e visualizzazione dei dati.

Dopo l'illustrazione dei principali esempi di data journalism, in ambito nazionale e internazionale, i partecipanti saranno accompagnati alla consultazione delle principali fonti di dati, istituzionali e non: i database dell'Istat, dell'Eurostat, i report di enti e istituzioni pubbliche e private, le relazioni di agenzie e autorità.

Il relatore fornirà nozioni e suggerimenti per estrarre dati da fogli di calcolo, tabelle in pdf e pagine web. La seconda fase consisterà nell'analisi dei dati e nell'interrogazione degli stessi mediante le basilari formule statistiche.

Il percorso formativo si completerà con la visualizzazione: saranno illustrati i principali strumenti per la realizzazione di infografiche e mappe. I partecipanti sosterranno un'esercitazione pratica di data journalism con il proprio computer portatile.

Giornalista pubblicista e fotografo professionista specializzato nella fotografia d'azione, Matteo Cappè negli anni ha sviluppato una grande esperienza in vari campi della fotografia, dallo still-life alla fotografia sportiva, dai reportage aziendali e di eventi ai ritratti. Ha pubblicato le sue foto su molte riviste e collaborato con alcune delle aziende più note del settore sportivo e non solo. Nel 2013 ha fondato e dirige BiciLive.it, il primo network italiano con 5 magazine on line dedicato al mondo della bicicletta ed è socio dell’agenzia di comunicazione momaStudio.

Ha dato vita ad una serie di corsi dedicati al mondo della fotografia: Action Photography Workshop. Ha organizzato decine di workshop in diverse città italiane e collaborando con varie aziende del settore fotografico e magazine specializzati in fotografia. Ha tenuto corsi per Canon durante Fotografica, per SanDisk durante la manifestazione PhotoShow.

Massimo Colasurdo è founder e CEO di Informant, startup editoriale che pubblica giornalismo narrativo e long-form journalism su web ed ebook.
Si è occupato di editoria e informazione a vario titolo (Zanichelli, Il Resto del Carlino) e per alcuni editori ha svolto attività di conversione di libri in formato digitale (Epub) curandone la promozione.
E' stato guest blogger per la fiera dell'editoria digitale Ebook Lab Italia di Rimini e per TEDX Bologna.

Nel 2012 ha partecipato come relatore alla Fiera del Libro di Torino nel panel “Ebook, Giornalismo e long articles” insieme a Jacopo Tondelli (direttore de Gli Stati Generali ed ex direttore de Linkiesta) e nel 2013 al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia nel panel intitolato “Digital Long-form” insieme a Johanna Vekhoo di LongPlay, startup finlandese e Bobby Johnson di Matter (recentemente acquisita da Medium).

Giornalista professionista e conduttore radiofonico, Lapo De Carlo è esperto di conduzione e comunicazione.

Speaker per Radio CNR, Radio Italia Network, Radio Donna e Radio Via Montenapoleone, è stato direttore di Radio Milan-Inter e attualmente collabora con emittenti televisive in qualità di opinionista.

Giornalista professionista dal 1997, Giovanni Savarese è stato per più di sei anni, dal 2003 al 2009, direttore responsabile di AGR (Agenzia Giornalistica Radiotelevisiva) prima del gruppo Sper e poi di Rcs Media Group.

Ha realizzato e condotto la trasmissione di Radio24 "L’Amico Immaginario" ed è stato autore de "Il Falco e il Gabbiano", programma quotidiano condotto da Enrico Ruggeri su Radio24.

CONTENUTI DEL CORSO

Il giornalismo radiofonico ha alcune particolari caratteristiche dovute alle peculiarità del medium in questione: la radio. Un radiogiornale e un servizio radiofonico devono infatti comunicare all'ascoltatore le notizie con essenzialità e chiarezza.

Nel corso verranno esaminate la teoria e le tecniche di comunicazione via etere: come comunicare in radio? Alcuni giornalisti e speaker nazionali saranno presenti per raccontare l'evoluzione della comunicazione radiofonica e il successo dell'infotainment in radio.

Se ti interessa creare il tuo Podcast (anche a tema sportivo) guarda gli argomenti del nostro corso Podcast.

Giornalista professionista freelance, Gianluca De Martino si occupa di data journalism e inchieste. Fa parte del team di Dataninja. Dopo una decennale esperienza in un quotidiano regionale e un'emittente televisiva in Campania, ha intrapreso una collaborazione con varie testate, tra cui Wired, l’Espresso, e Huffington Post.

Nel 2012 è stato tra gli autori di Num3r1, programma di approfondimento politico-economico in onda su Rai2. Nel 2015 è stato finalista ai Big Data Awards con l’inchiesta “Il prezzo dell’amianto”, pubblicata su Wired. 

CONTENUTI DEL CORSO

La finalità del workshop - in italiano per la parte teorica e in inglese per la parte pratica (lettura di articoli in lingua originale, simulazioni di interviste) - è quella di fornire ai partecipanti competenze e strumenti utili per potersi destreggiare nel caso si debba scrivere un articolo o condurre un'intervista in inglese.

Attraverso le parole dirette dei protagonisti (giornalisti italiani e britannici) verrà analizzato il modo di fare notizia nel mondo anglosassone (giornalismo investigativo, broadsheet e tabloid).

Di questi ultimi sarà analizzato in particolare il linguaggio semplice ed aggressivo (lo slang).

Tramite l’analisi strutturata di articoli inglesi verrà inoltre stimolata la ricerca di punti comuni e diversità tra i media italiani e britannici (web, radio, tv e carta stampata). Ai partecipanti è richiesto un livello di inglese base.

PROGRAMMA:

  • The World of the British Media
  • Famous Journalists and their techniques
  • Jeremy Paxman's interviews and the Newsnight style
  • The BBC journalism. Broadsheets vs tabloids
  • Language analysis and slang
  • News sourcing on line and other tools for journalists
  • How to write an email
  • Telephone interviews
  • Analysis of an interview and a profile
  • Mock interview (orally)
  • Writing an interview
  • CV in English

Domenico Catagnano è giornalista professionista e caporedattore dell'agenzia News Mediaset dove coordina il team di giornalisti di Tgcom24.it. Dopo la laurea in giurisprudenza ha svolto il suo praticantato a Sei Milano, realizzando servizi e inchieste televisive. Nel 2000 passa a Mediaset entrando nella squadra di Tgcom.

Collabora con la cattedra di Diritto dell'Informazione all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Genovese di adozione, responsabile finanziario per lavoro, tifoso della squadra più antica d’Italia. Diego Tarì ha unito queste sue passioni creando nel gennaio 2012 il sito Tifoso Bilanciato, per analizzare in maniera semplice e comprensibile gli aspetti economici e finanziari del settore e cercare di capire cosa muova il calcio, prima e dopo i 90 minuti di gioco.

Interessato in particolare alla tematica degli stadi di proprietà ha partecipato a vari convegni sul tema e pubblicato nel 2014 l’ebook “All’ultimo stadio” (Informant).

Newsletter

Rimani in contatto con noi

Il nostro percorso formativo è in continua evoluzione. Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato e ricevere offerte esclusive per i nostri corsi.

menu